Mariangela Granelli

 

Si diploma alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 2000. Da allora lavora costantemente in teatro, diretta dai più importanti registi del panorama nazionale.

Nel 2020 vince per la seconda volta il Premio Anct Associazione Nazionale Critici Teatro come Miglior Attrice, la prima volta nel 2007. Ed è due volte finalista ai Premi Ubu come Miglior Attrice, nel 2012 per Clitemnestra nell’Elektra di Hoffmansthal e nel 2013 per Materiali per Medea di Heiner Müller, entrambe regie di Carmelo Rifici.

È diretta da Rifici inoltre in: Ifigenia, liberata di Angela Demattè, Gabbiano di Cechov, Visita al padre di Schimmelpfenning, Chi resta di Dematté-Gabrielli-Cavosi-Rifici, Yerma di Lorca, Buio di Antinori, Fedra di Euripide, Notte di maggio di Yehoshua, La Signorina Julie di Strindberg, Tre sorelle di Cechov, La tardi ravveduta di Giacosa.

Negli anni lavora con diversi altri registi: con Luca Ronconi, nel 2006, al Corso di Alta Formazione presso il Centro Teatrale Santa Cristina e negli spettacoli La mente da sola, un mosaico di lettere, Fahrenheit 451 di Ray Bradbury e Ronconi: Lezioni su Ibsen; con Valerio Binasco in Amleto di Shakespeare, con Filippo Dini in Così è, se vi pare di Pirandello ed in Locke di Steven Knight, con Leonardo Lidi in Zoo di vetro di Williams, con Andrea Chiodi in Locandiera di Goldoni e Christus patiens di Gregorio di Nazianzo, con Alessandro Businaro in George II di Stefano Fortin, con Leo Muscato ne Le troiane di Euripide e Come vi piace di Shakespeare, con Serena Sinigaglia nella serie teatrale 6BIANCA di Stephen Amidon, L’aggancio di Gordimer e Alla mia età mi nascondo ancora per fumare di Rayhana, con Fabrizio Falco ne L’Illusion comique di Racine.

Dal 2013 è presidente dell’Associazione culturale Proxima Res che produce spettacoli di drammaturgia contemporanea e che ha fondato una scuola di teatro a Milano.

Il direttore artistico di Proxima Res, Tindaro Granata, la dirige in Invidiatemi come io ho invidiato voi, e in La memoria che vedi sulla vita del pittore Tommaso Guarino.

Lavora per il cinema e la televisione in film italiani e serie tv, diretta fra gli altri, da Ivan Cotroneo e Matteo Rovere.

Visitatori
76287